Brasilia, Brasile

Brasilia è la capitale della Repubblica federativa del Brasile e la sede del governo del distretto federale, la quarta più popolosa città del Brasile. La sua costruzione risale al 1960 ed è nato attraverso il progetto di creare una nuova capitale nell’entroterra per distribuire meglio la ricchezza e la popolazione, in gran parte concentrati sui lati e porre fine alla rivalità tra Rio de Janeiro e São Paulo. È diventata una delle capitali più recentemente costruite in tutto il mondo, ma anche una delle città più rapidamente costruito (giorni 2000), sotto la guida del Presidente Juscelino Kubitschek visionario, dell’architetto Oscar Niemeyer, dell’urbanista Lucio Costa e dell’architetto Roberto Burle Marx. Vista del cielo, Progettazione di Brasilia evoca la forma di un aereo (o di un colibrì), con ciascuna delle sue meraviglie architettoniche strategicamente organizzate e relativi blocchi residenziali e commerciali. Amministrazioni e le principali agenzie di stato lasciano Rio de Janeiro per stabilirsi nella nuova capitale. La mossa non fu facile perché alcuni funzionari rifiutarono la loro mutazione. Il Brasile aveva addirittura minacciato alcuni Stati di una rottura delle relazioni diplomatiche se non trasferirono le loro ambasciate. Il piano ideale era di ospitare 500.000 persone, ma oggi ci sono poco più di due e mezzo milione di abitanti. Hanno anche costruito della città satellite ed è lì che abita la stragrande maggioranza della popolazione. La città confina con il Lago Paranoá, arartificiale di acqua che viene creato insieme a Brasilia. Capolavoro dell’architettura moderna, Brasilia è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Le zone residenziali sono funzionali e autosufficiente con centri commerciali, scuole e parchi nelle vicinanze. Da vedere: la Cattedrale, il Congresso nazionale, la Piazza dei tre poteri Memorial JF, il santuario di Don Bosco, tra gli altri.

Consigli

La città è visitabile in auto o in autobus perché è abbastanza grande. È necessario assicurarsi di prenotare in anticipo perché la metà dei posti sono già occupata da persone che lavorano nel governo o che hanno a che fare con lui.
Una delle attrazioni più popolari è il Lago Paranoá e le sue attività: surf, kitesurf, kayak, ecc. Si può anche fare nuoto ideale in giornate calde e asciutte. Un’altra opzione per rinfrescarsi è visitare il parco nazionale con le sue due piscine e ampi spazi verdi per passeggiare (30 km) e godere di vedere la tipica vegetazione della regione con bellissimi fiori e ascoltare gli uccelli; il parco è sede di un numero di specie minacciate, tra cui cervi, formichieri, l’armadillo gigante e lupi criniera. bel posto per rilassarsi. Si può andare in autobus.
Se si visita il Santuario di Don Bosco, si possono inoltre avvantaggiarsi delle piccole spiagge vicine al lago o delle aree verdi per un picnic.
Se si desidera avere una bella vista della città visitate la Torre della televisione, che ha una terrazza di osservazione a 75 metri.
I dintorni della capitale sono anche da esplorare e se rimanere parecchi giorni, si può visitare la cascata di Itiquira (a circa 100 km), alta 168 metri, è il secondo più grande in Brasile. I siti sono protetti dallo sviluppo e quindi di offrono una bellezza naturale eccezionale.

Capioví, Misiones, Argentina

Capioví è un comune della provincia di Misiones, Argentina. La storia del paese risale al 1919, quando i primi coloni tedeschi e svizzeri si stabilirono lì attraverso la costruzione di una segheria e un mulino che è ancora lì. Questo è stato possibile perché c’è una cascata nota come il Salto Capioví sul torrente omonimo, che forma una piscina naturale che va fino a 4 metri di profondità nella sua caduta. Nel comune, trovate la città di San Gotardo. C’è anche un famoso osservatorio astronomico. Ma uno dei periodi più belli dell’anno per visitare il villaggio è nel periodo di Natale e Capodanno, perché decorazioni realizzate attraverso il riciclo di bottiglie di plastica sono installati in tutto il sito. Una vera e propria arte del riciclo !!!

Consigli

Se si visita la città fatte lo agriturismo.
Questo è un luogo ideale per fare buone passeggiate in un ambiente naturale.

 

Cartagena de Indias, Bolívar, Colombia

Cartagena de Indias è una città portuale e la capitale del Dipartimento di Bolívar, in Colombia. Si trova sulla costa settentrionale del paese, ai margini del Mar dei Caraibi, a circa 120 km da Barranquilla. È stato molto importante per l’Impero spagnolo per quasi tre secoli; era anche un centro per la tratta degli schiavi e il transito di oro dai saccheggi destinati alla Spagna. La città e la sua fortezza sono classificate come patrimonio mondiale dall’UNESCO. Ci sono diverse fortificazioni come la fortezza di San Felipe de Barajas e i suoi dodici chilometri di bastioni. Il centro storico è all’interno dei bastioni. Ha un clima tropicale semi-arido. Da vedere: il Bastione di San José, il Forte di San Fernando di Bocachica, la Chiesa di Santo Domingo, la Cattedrale di Santa Caterina d’Alessandria, il Museo dell’Oro, la Chiesa di San Pietro Claver e il santuario con le reliquie del santo. È una città molto turistica e riceve molte persone grazie alle navi da crociera. La maggior parte degli hotel, ristoranti e negozi si trovano nell’area di Bocagrande.

Consigli

Evitare di viaggiare da maggio a giugno o da ottobre a novembre a causa della pioggia.

Lasciarsi incantare dalla vecchia città coloniale, troveresti molti balconi colorati e fioriti, monumenti, persino chiese come piccoli ristoranti molto piacevoli.

Per una serata vivace, andare a Piazza Santo Domingo, il luogo perfetto per bere un drink e mescolarsi con i residenti della città. Troverete anche una famosa statua di Botero, la Gorda Gertrudis.

Se vi piace la spiaggia, informati sulla visita delle isole vicine via terra o con piccole barche da escursione.