Brasilia, Brasile

Brasilia è la capitale della Repubblica federativa del Brasile e la sede del governo del distretto federale, la quarta più popolosa città del Brasile. La sua costruzione risale al 1960 ed è nato attraverso il progetto di creare una nuova capitale nell’entroterra per distribuire meglio la ricchezza e la popolazione, in gran parte concentrati sui lati e porre fine alla rivalità tra Rio de Janeiro e São Paulo. È diventata una delle capitali più recentemente costruite in tutto il mondo, ma anche una delle città più rapidamente costruito (giorni 2000), sotto la guida del Presidente Juscelino Kubitschek visionario, dell’architetto Oscar Niemeyer, dell’urbanista Lucio Costa e dell’architetto Roberto Burle Marx. Vista del cielo, Progettazione di Brasilia evoca la forma di un aereo (o di un colibrì), con ciascuna delle sue meraviglie architettoniche strategicamente organizzate e relativi blocchi residenziali e commerciali. Amministrazioni e le principali agenzie di stato lasciano Rio de Janeiro per stabilirsi nella nuova capitale. La mossa non fu facile perché alcuni funzionari rifiutarono la loro mutazione. Il Brasile aveva addirittura minacciato alcuni Stati di una rottura delle relazioni diplomatiche se non trasferirono le loro ambasciate. Il piano ideale era di ospitare 500.000 persone, ma oggi ci sono poco più di due e mezzo milione di abitanti. Hanno anche costruito della città satellite ed è lì che abita la stragrande maggioranza della popolazione. La città confina con il Lago Paranoá, arartificiale di acqua che viene creato insieme a Brasilia. Capolavoro dell’architettura moderna, Brasilia è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Le zone residenziali sono funzionali e autosufficiente con centri commerciali, scuole e parchi nelle vicinanze. Da vedere: la Cattedrale, il Congresso nazionale, la Piazza dei tre poteri Memorial JF, il santuario di Don Bosco, tra gli altri.

Consigli

La città è visitabile in auto o in autobus perché è abbastanza grande. È necessario assicurarsi di prenotare in anticipo perché la metà dei posti sono già occupata da persone che lavorano nel governo o che hanno a che fare con lui.
Una delle attrazioni più popolari è il Lago Paranoá e le sue attività: surf, kitesurf, kayak, ecc. Si può anche fare nuoto ideale in giornate calde e asciutte. Un’altra opzione per rinfrescarsi è visitare il parco nazionale con le sue due piscine e ampi spazi verdi per passeggiare (30 km) e godere di vedere la tipica vegetazione della regione con bellissimi fiori e ascoltare gli uccelli; il parco è sede di un numero di specie minacciate, tra cui cervi, formichieri, l’armadillo gigante e lupi criniera. bel posto per rilassarsi. Si può andare in autobus.
Se si visita il Santuario di Don Bosco, si possono inoltre avvantaggiarsi delle piccole spiagge vicine al lago o delle aree verdi per un picnic.
Se si desidera avere una bella vista della città visitate la Torre della televisione, che ha una terrazza di osservazione a 75 metri.
I dintorni della capitale sono anche da esplorare e se rimanere parecchi giorni, si può visitare la cascata di Itiquira (a circa 100 km), alta 168 metri, è il secondo più grande in Brasile. I siti sono protetti dallo sviluppo e quindi di offrono una bellezza naturale eccezionale.

Ushuaia, Terra del Fuoco, Argentina

Ushuaia (fondata nel 1884) è la capitale della provincia argentina della Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell’Atlantico sud; a sud della grande isola della Terra del Fuoco, nei pressi del Canale di Beagle, la città è considerata la più meridionale del mondo. C’è un porto in acque profonde, che è più vicina a Antartide ed è circondata dei monti Marziale e Olivia e valli. Il suo clima è oceanico subpolari paragonabile a quello di Reykjavik, Islanda. Il tempo è spesso nuvoloso e nebbioso e la neve è comune e può cadere in qualsiasi periodo dell’anno, come le temperature rimangono intorno a 0 ° C, ma è anche esposta a venti dominanti a ovest, i venti occidentali che portano morbidezza e l’umidità durante tutto l’anno. I williwaws, venti improvvisi e violenti, sono spesso un pericolo per la navigazione. Durante la maggior parte della prima metà del secolo XX, la città si sviluppò attorno a una prigione per i criminali particolarmente pericolosi; le loro attività principali sono stati tagliati in legno sul terreno che circonda la prigione e costruire la città. Oggi, quasi l’intera economia di Ushuaia è legata al turismo in modo diretto e indiretto. Per visitare o vedere: il Parco Nazionale Terra del Fuoco (dove vedrete Lapataia Bay e il confine con il Cile); lo scopo del museo al mondo (patrimonio etnografico e storico della provincia); il Faro sulla fine del mondo (famoso per il romanzo di Jules Verne); tra gli altri.

Consigli

Ci sono una varietà di strutture alberghiere, dall’ostello all’albergo cinque stelle, anche come campeggi.
Diverse attività invitano il visitatore a scoprire questa parte del mondo; si può prendere una barca o una nave per andare al canale di Beagle per vedere cormorani, pinguini di Magellano e leoni marini sulle isole circostanti. L’ideale è quello di prendere un paio di giorni per vedere i ghiacciai anche, il Capo Horn, la Cordillera, etc. Yachts e navi charter fanno la traversata verso le isole Falkland e Antartide.
Da giugno a settembre (inverno), la città è anche un resort pista de sci ed é conosciuto in tutto il mondo per la sua neve di qualità.
Si può anche andare a pesca, equitazione, trekking, sorvolare la zona in piccolo aereo o semplicemente passeggiare per scoprire la regione e la natura.

Invalid Displayed Gallery

Cascate dell’Iguazú, Argentina

 

Le cascate dell’Iguazú, situate nel mezzo della foresta pluviale, al confine tra Argentina e Brasile, molto vicino all’incrocio con il Paraguay, è una meraviglia naturale dell’UNESCO. In Guaraní, Iguazú significa “grandi acque”. Sono 17 km a nord di Port Iguazú e 1350 km da Buenos Aires. C’è un parco nazionale sul lato argentino e un altro parco sul lato brasiliano. Si tratta di un insieme di 275 cascate di circa 3 km, la più nota è “La Garganta del Diavolo”, a forma di U e lunga 700 metri, larga 150 metri alta 82 metri . Il set di cascate versa fino a 6 milioni di litri d’acqua al secondo. La maggior parte delle cascate sono sul lato argentino e ci sono diversi tour che ci permettono di avvicinarci a pochi metri dalle cascate. I circuiti furono costruiti nel mezzo della foresta e sotto i rami del fiume (fiume Paranà il cui fiume Iguazú è un affluente). Un treno vi porta in diversi punti di visita. Nei parchi ci sono oltre 2000 specie floreali, 400 specie di uccelli e una grande varietà di mammiferi, rettili e insetti. Molti cineasti di tutto il mondo hanno scelto questo meraviglioso posto per girare i loro film.

Consigli

È un bel posto da visitare in un lungo weekend, ma se non potete prendere diversi giorni, almeno 2 giorni dedicati alle cascate per avere l’opportunità di visitare entrambi lati, ne vale la pena! Il parco più grande è in Argentina poiché le cascate sono quasi tutte in Argentina ma la visione che si può avere di tutta la parte brasiliana è semplicemente mozzafiato.

Non perdere la gita in barca per avvicinarti ancora di più alle cascate. Naturalmente vi bagneresti ma è una sensazione bellissima e il suono delle cascate è a volte assordante. Non rimpiangerete per un secondo questa esperienza.

Se sieti allergico agli insetti, indossare una camicia a maniche lunghe e pantaloni ma un tessuto fresco perché è quasi sempre caldo ed è piuttosto umido. È meglio indossare scarpe da ginnastica per meglio camminare sui circuiti e non scivolare in luoghi bagnati.

Non è raccomandato nutrire gli animali. C’è una specie; il coati, che è abbastanza abituato al turista e si avvicina sempre sapendo che le persone tendono sempre a dare loro qualcosa. Cercate di non cambiare il loro habitat naturale.