Cartagena de Indias, Bolívar, Colombia

Cartagena de Indias è una città portuale e la capitale del Dipartimento di Bolívar, in Colombia. Si trova sulla costa settentrionale del paese, ai margini del Mar dei Caraibi, a circa 120 km da Barranquilla. È stato molto importante per l’Impero spagnolo per quasi tre secoli; era anche un centro per la tratta degli schiavi e il transito di oro dai saccheggi destinati alla Spagna. La città e la sua fortezza sono classificate come patrimonio mondiale dall’UNESCO. Ci sono diverse fortificazioni come la fortezza di San Felipe de Barajas e i suoi dodici chilometri di bastioni. Il centro storico è all’interno dei bastioni. Ha un clima tropicale semi-arido. Da vedere: il Bastione di San José, il Forte di San Fernando di Bocachica, la Chiesa di Santo Domingo, la Cattedrale di Santa Caterina d’Alessandria, il Museo dell’Oro, la Chiesa di San Pietro Claver e il santuario con le reliquie del santo. È una città molto turistica e riceve molte persone grazie alle navi da crociera. La maggior parte degli hotel, ristoranti e negozi si trovano nell’area di Bocagrande.

Consigli

Evitare di viaggiare da maggio a giugno o da ottobre a novembre a causa della pioggia.

Lasciarsi incantare dalla vecchia città coloniale, troveresti molti balconi colorati e fioriti, monumenti, persino chiese come piccoli ristoranti molto piacevoli.

Per una serata vivace, andare a Piazza Santo Domingo, il luogo perfetto per bere un drink e mescolarsi con i residenti della città. Troverete anche una famosa statua di Botero, la Gorda Gertrudis.

Se vi piace la spiaggia, informati sulla visita delle isole vicine via terra o con piccole barche da escursione.

Cattedrale di San Sebastiano, Presidente Prudente, San Paulo, Brasile

La Cattedrale di San Sebastiano de Presidente Prudente (comune in stato di San Paulo, Brasile) si trova di fronte alla piazza 9 luglio sulla Avenida Coronel José Soares Marconde . La cattedrale era un vecchio sogno del vicario de Presidente Prudente, padre José Maria Martínez Sarrión. Così, nel 1927, lui ha deciso di creare una commissione per raccogliere fondi, formata da membri delle famiglie importanti del momento: Armelin Tenorio de Barros, Peretti, Toledo, Franco de Godoy, tra gli altri.
Il progetto della Chiesa è stato fatto da Francisco Oroz, la costruzione fu realizzata e messa in opera da Francisco Grotto e idealizzata da Luiz Mesquita. La cosa curiosa è il design che aveva la forma di una croce. I lavori sono iniziati due anni dopo che la commissione era stata formata. Completata nel 1949, la chiesa divenne il punto di riferimento e orgoglio della città. L’opera aveva anche l’obiettivo di diventare la sede della diocesi, avvenuta nel 1961. La cattedrale si trova a 558km dalla capitale di stato di San Paulo.

Consigli

La cattedrale è aperta tutti i giorni dalle 08.00 alle 20.00 ma il lunedì é chiusa.
Non dimenticate la macchina fotografica per scattare le migliori immagini con la luce naturale, effetuate la vostra visita tra 8 h 00 e le 17 h 00. Le immagini sono piene di colore e con la luce del giorno, potrete godere di tutta questa bellezza di colori che vi sorprenderà.
Se soffrite le alte temperature, andate presto nella mattina o dopo quando il sole è meno forte, perché alla mattina si hanno temperature di 22-24 gradi, ma in pieno giorno, possono andare fino a 40-44 gradi.
Le reliquie di Monsignor José María Martínez Sarrión si trovano nella cattedrale.

Salta, Argentina

Salta è una città in Argentina, capitale della provincia omonima, ai piedi delle Ande, nella valle fertile di Lerma a 1187 m di altitudine. Grazie alla sua posizione, la città è ben collegata con la Bolivia e il Cile settentrionale. C’è anche un volo settimanale che si connetta a Santa Cruz de la Sierra (Bolivia). È anche una importante zona agricola con diversi prodotti di esportazione (mais, cereali, canna da zucchero, tabacco, ecc). La città è sede vescovile. Ci sono due università, musei e biblioteche. Famosa per la sua architettura coloniale, nota come Salta La Linda (Salta la Bella). si tratta di un luogo turistico per eccellenza. Da vedere: il Cabildo (edificio del consiglio comunale), il Duomo e la chiesa di San Francisco.

Consigli

Se si desidera ottenere una vista spettacolare della città e la Valle di Lerma, andare al Cerro San Bernardo (200m). Se trascorrere qualche giorno in città, non perdete l’occasione di prendere il treno per le nuvole che realizza l’ascesa delle Ande, in provincia di Salta, su una pista con sezioni che superano i 4.000 metri di altitudine, piuttosto particolare passeggiata nella zona della Puna per arrivare al piccolo villaggio di San Antonio de los Cobres situato sopra 3500m. Se avete problemi di cuore, respirazione o in caso di gravidanza non è raccomandato. Se vi piace le grigliate, troverete noti ristoranti chiamti Asador, dove si possono assaggiare tutte le parti della mucca; da mangiare un’ottima carne argentina. Non partire senza aver assaggiato le tipiche empanadas che a seconda della regione in cui essi provengono, cambiano un po’ la ricetta e gli ingredienti. Gli empanadas di Salta sono tra i più famose del paese.