Vulcano Arenal, Alajuela, Costa Rica

Arenal è un vulcano giovane in Costa Rica; la sua prima eruzione è avvenuta ci sono 7.000 anni; con una forma conica quasi simmetrica. E’ stato in eruzione dal 1968 fino al 2010. Si trova nel nord-ovest del paese, nella parte occidentale della provincia di Alajuela, 90 km a nord-ovest della capitale San José. È circondato dalla catena montuosa centrale, ma è parte della Cordillera de Tilarán, vicino al vulcano di Chato e al lago artificiale Arenal. La Fortuna e La Palma sono le città più vicine. Ha 1720 m di altitudine. Ha 5 crateri.

Consigli

Ci sono diversi alberghi della zona e il vulcano è facilmente visibile da questi posizioni tempo permettendo perché molto spesso il vulcano è sotto le nuvole.
Ci sono bagni d’acqua calda nella regione aperti anche di sera, offrono anche servizio di ristorante, ma non si è costretti a mangiare sul posto.
Hai anche ponti sospesi ideali da visitare in un escursione di un giorno. Se si pensa di camminare e penetrare nella natura, si può fare con una guida perché ci sono luoghi che potrebbero essere pericolosi se non conoscete bene la zona e si chiede una condizione fisica importante.

Invalid Displayed Gallery

 

Il Blue Hole, St. Ann and St. Mary, Giamaica

Il Blue Hole è un luogo nascosto tra le montagne con cascate e piscine naturali, al confine tra le parrocchie di St. Ann e St. Mary, a circa 25 minuti dalla città di Ocho Rios, in Giamaica. Puoi trovare due sezioni; il Blue Hole principale e la cascata di circa 20 piedi di altezza. Troverai un sentiero lungo il fiume e potrai camminare dall’uno all’altro. Puoi saltare nel Blue Hole o semplicemente andare in giro se preferisci; l’unica cosa è che devi stare molto attento perché le rocce potrebbero essere molto scivolose. La cosa migliore da fare, specialmente se sei lì per la prima volta, è assumere una guida, lui potrebbe dirti dove è meglio camminare o saltare. Ricorda che sei in un posto che non è ancora troppo commercializzato e non c’è nessun primo soccorso medico nelle vicinanze se ti succede qualcosa. D’altra parte, la cosa buona è che stai davvero visitando un posto nella natura.

Consigli

Il sito è aperto dalle 8:00 alle 17:00.

Devi pagare l’ingresso (15,00 U$) e fornire del denaro extra per il suggerimento della guida. Se stai andando con un gruppo di 10 persone o più, puoi negoziare il prezzo dell’ingresso.

Non dimenticare di portare le scarpe da acqua, il costume da bagno, un asciugamano e una fotocamera impermeabile.

Se ti senti avventuroso, c’è uno swing Tarzan che puoi usare per saltare nel buco.

Cerca di non visitare il luogo quando le navi da crociera sono ormeggiate a Ocho Rios, starai meglio quando ci sono poche persone che visitano.

 

Dormire in un bivouac, deserto del Sahara, Marocco

Il ‘bivouac’ è ancora una corrente forma di alloggio per molti popoli nomadi del mondo. Questo insieme di diversi “Khima” (tende nomadi) offre oggi un modo piuttosto conveniente di alloggio per gli amanti del deserto. In Marocco, esistono diversi che accogliono i turisti per una esperienza unica. Oggi parliamo di un bivouac nel Sahara che è stato raggiunto da Zagora. Il percorso è di solito organizzato con dromedario che dura circa un’ora e mezza o due ore. Quando si arriva al gruppo di tende nomadi, i berberi (abitanti autoctoni) vi danno il benvenuto nella loro casa con tè alla menta e biscotti fatti in casa. Essi vi mostrerano le tende che sono ben attrezzate con energia elettrica e il servizio doccia e servizi igienici che sono normalmente fuori dalle tende. C’è una tenda molto grande che è la sala da pranzo e intorno sono allineate tutti gli altri tende rendendo uno spazio rettangolare nel mezzo. Avrete un pasto tipico ‘tajine’ con frutta e dolci locali. Dopo il pasto, la vita va intorno al fuoco con intrattenimento locale, canto e danza vi aspettano mentre si guarda un cielo nero affollato di stelle e anche stelle cadente che vi toglierà il fiato. Si va a letto con l’idea di vedere l’alba del giorno dopo, allora si deve essere pronti a salire la grande duna intorno alle 05:30; vele davvero la pena !!! Insomma, un’esperienza da vivere almeno una volta nella vita …

Consigli

Se non si vuole fare il viaggio a dorso di dromedario, si può anche fare in una 4×4.
Se non si fa il tour organizzato, si può prendere il pacchetto con una delle agenzie sulla strada del deserto. È meglio fare una prenotazione al mattino.
È possibile portare una piccola valigia o uno zaino per il pernottamento in bivouac soprattutto se si va a dorso di dromedario, in modo da prendere ciò che è veramente necessario. Non dimenticate di portare un cappotto o una giacca un po’ più caldo, perchè la temperatura notturna desce un po’. Nella tenda non c’è freddo.

Invalid Displayed Gallery