Phuket, Thailandia

L’isola di Phuket è la più grande isola thailandese nel Mare delle Andamane. Si tratta di un vero e proprio paradiso lunga 50 km e larga 20 km. È molto montagnosa, soprattutto in Occidente, con montagna allineati da nord a sud. Queste montagne formano l’estremità meridionale di una catena che si estende oltre 440 km nel istmo di Kra e culmina a 1138 metri in Khao Phra Mi. La massima elevazione sull’isola stessa fa tuttavia, che 529 m sul livello del mare, al Mai Tha Sip Song. Circa il 70% dell’isola è coperta da foresta. La costa occidentale ha diverse spiagge di sabbia. Il punto più meridionale dell’isola è Laem Promthep, un punto di vista popolare per i suoi tramonti. La zona turistica principale dell’isola è la spiaggia di Patong, che ha anche la maggior parte della sua vita notturna ed è il centro dello shopping a buon prezzo. Altre famose spiagge sono Karon, Kata, Nai Harn e Bang Tao.

Consigli

Phuket, Phang Nga e le vicine isole Phi Phi sono alcuni dei paesaggi più mozzafiato del sud-est asiatico. Fate un viaggio alla loro scoperta, approfittando della possibilità di snorkeling, canoa o la pesca. Prendere un motoscafo per le isole, partecipate in una partita a golf o fate una formazione di buceo.

Per i bambini, c’è mini golf, bowling, escursioni con gli elefanti o il parco di divertimenti Tiger Kindgom.

Si può anche far parte di un circuito di ecoturismo, con escursioni a piedi o in kayak, nei parchi nazionali.

Per coloro che amano la vita notturna, ci sono cabaret, discoteche, bar e molti ristoranti.

 

Laos

Il Laos è un paese senza sbocco sul mare nel Sudest asiatico limitando con la Thailandia, Birmania, Cambogia, Vietnam e Cina. Montagne e altipiani occupano oltre il 70% del territorio nazionale; la foresta copre il 44% del paese. Laos se ha aperto nel 1986 nel ‘nuovo meccanismo economico’ e molti altri paesi hanno iniziato a investire nel paese, ma gli investimenti esteri rimane modesto e sono principalmente nel settore del turismo (alberghi, ristoranti, servizi), ma lui continua ad essere il uno dei paesi più poveri del mondo. Il settore agricolo è il più importante; ci sono riso, mais, amido, caffè, arachidi, cotone e tabacco. La sua apertura al turismo è piuttosto recente (1990). Vientiane, la capitale, ha molti templi da visitare e si può visitare noleggiando una moto o in bicicletta; si può anche fare una passeggiata lungo il Mekong. Un altro modo per conoscere il paese è in una visita guidata in barca attraverso il Mekong. È inoltre possibile godere più facilmente altri villaggi e aree di interesse. Un’altra bella città da visitare è Luang Prabang, che è stata la città reale; troverete templi interessanti.

Consigli

La stagione delle piogge va da maggio a settembre, ma cercare di evitare di visitare durante i mesi di ottobre e novembre anche perché possono essere piovoso e avere code di tifoni.

Shanghai, Cina

Shanghai è una delle città più popolose della Cina e una delle più grandi megalopoli del mondo, con oltre 23,5 milioni di abitanti. Si trova sul fiume Huangpu presso la foce del fiume Yangtze, a est della Cina e si compone di 2 parti, Puxi e Pudong (che significano rispettivamente ad ovest e ad est di Pu). La città si sviluppò in un primo momento esclusivamente a Puxi, ma a partire dal 1990, Pudong è diventata una zona di costruzione ad alta tecnologia in cui le imprese e gli altri grattacieli si moltiplicano grazie alla spinta del governo. Nanjing Avenue (cinque chilometri) è considerato il vero centro di Shanghai. Il paesaggio urbano sta cambiando rapidamente negli ultimi anni. Interi quartieri, come Dun Hui Fang, sono rase per essere ricostruito. È noto anche come la Perla d’Oriente e sta diventando il centro finanziario della Cina, grazie al quartiere Lujiazui. La città è stata a lungo uno dei principali centri di produzione tessile della Cina. Altri importanti settori manifatturieri sono la fabbricazione di prodotti chimici e farmaceutici, veicoli, macchinari, acciaio, carta, prodotti per la stampa, impianti elettrici ed elettronici e le attrezzature come computer, radio e telecamere. O sviluppo immobiliare è in costante crescita, hanno attualmente 5.000 torri, 120 grattacieli più ogni anno, e 20.000 cantieri permanenti. Da vedere: il Museo di Shanghai, il Teatro dell’Opera, il Museo della Pianificazione urbana, Yuyuan Garden, il Bund (da dove si può vedere il quartiere degli affari di Pudong con i più alti raschietti cieli, il Oriental Pearl, la Torre Jin Mao, il World Financial Center, la Torre di Shanghai), il Tempio del Buddha di Giada, il Tempio Jing’an, la Cattedrale di Sant’Ignazio, il Ponte Lupu, tra gli altri.

Consigli

La città conta con 12 linee della metropolitana, diverse stazioni ferroviarie, ma il trasporto più utilizzato è il taxi.
C’è una linea Transrapid (treno a levitazione magnetica) che collega la città al nuovo aeroporto internazionale di Pudong.
Se vi piacciono i musei, visitare il Museo di Urbanistica su Piazza del Popolo, dove troverete un modello gigante della città che permette di godere dello sviluppo immobiliare.
È possibile fare una gita in barca sul Huangpu ed avere una bella vista della città.
Se vi piace lo shopping visitate la via pedonale de Nanjing East.
È inoltre possibile visitare il mercatino dell’antiquariato con il suo famoso mercato degli uccelli.