Il Tempio dei Tigri, Thailandia

Il Tempio dei Tigri è un luogo di culto buddista situato in Thailandia, a nord-ovest della città di Kanchanaburi. I monaci praticano l’allevamento di diversi animali tra cui tigri. È aperto al turismo. L’allevamento dei tigri iniziò nel 1999. Secondo i monaci, hanno ricevuto gli animali direttamente da persone che li avevano come animali domestici o erano giovani tigri che sono stati portati dopo che la loro madre era stata uccisa dai cacciatori. Il tempio si apre da mezzogiorno a 16:00. Oltre ai monaci ci sono volontari internazionali e personale locale che si prendono cura degli animali. È possibile andare da Bangkok o da Kanchanaburi. I turisti sono accompagnati durante la visita e i monaci sono sempre vicini a controllarli se necessario. Ci sono molte controversie su questo perché molte persone pensano che le tigri siano drogate ma le persone che lavorano lì dicono che sono tranquille proprio perché hanno appena finito di mangiare prima della visita dei turisti. Ci sono urne dove i visitatori possono fare una donazione mentre intendono aprire un altro spazio, l’isola dei Tigri, dove i felini potevano rimanere in un ambiente più naturale e dove avrebbero l’opportunità di imparare a caccia al fine di un possibile rilascio in natura.

Consigli

Il modo migliore per visitare il tempio è farlo su una visita guidata. Ci sono diverse opzioni per combinare il tempio con altre attrazioni vicine. Durante escursioni giornaliere, il pranzo è incluso.

Non indossare il rosso o il rosa o si devera acquistare vestiti prima di entrare nel tempio. Gli unici che possono indossare questi colori sono i guardiani. Le donne non possono avere le spalle scoperte, ma le camicie a maniche corte sono accettate.

Phuket, Thailandia

L’isola di Phuket è la più grande isola thailandese nel Mare delle Andamane. Si tratta di un vero e proprio paradiso lunga 50 km e larga 20 km. È molto montagnosa, soprattutto in Occidente, con montagna allineati da nord a sud. Queste montagne formano l’estremità meridionale di una catena che si estende oltre 440 km nel istmo di Kra e culmina a 1138 metri in Khao Phra Mi. La massima elevazione sull’isola stessa fa tuttavia, che 529 m sul livello del mare, al Mai Tha Sip Song. Circa il 70% dell’isola è coperta da foresta. La costa occidentale ha diverse spiagge di sabbia. Il punto più meridionale dell’isola è Laem Promthep, un punto di vista popolare per i suoi tramonti. La zona turistica principale dell’isola è la spiaggia di Patong, che ha anche la maggior parte della sua vita notturna ed è il centro dello shopping a buon prezzo. Altre famose spiagge sono Karon, Kata, Nai Harn e Bang Tao.

Consigli

Phuket, Phang Nga e le vicine isole Phi Phi sono alcuni dei paesaggi più mozzafiato del sud-est asiatico. Fate un viaggio alla loro scoperta, approfittando della possibilità di snorkeling, canoa o la pesca. Prendere un motoscafo per le isole, partecipate in una partita a golf o fate una formazione di buceo.

Per i bambini, c’è mini golf, bowling, escursioni con gli elefanti o il parco di divertimenti Tiger Kindgom.

Si può anche far parte di un circuito di ecoturismo, con escursioni a piedi o in kayak, nei parchi nazionali.

Per coloro che amano la vita notturna, ci sono cabaret, discoteche, bar e molti ristoranti.

 

Giardino Kawachi Fuji, Kitakyushu, Giappone

Situato nella città di  Kitakyushu, Giappone, come preso direttamente dalla matrice impressionistica, il giardino di Kawachi Fuji ha centinaia di glicine, piante con fiore color pastello che hanno 20 diverse specie. L’attrazione principale del giardino è il tunnel di glicine che permette ai visitatori di camminare nel tunnel di colori incantevoli.

Consigli

Situato a circa sei ore da Tokyo, il periodo migliore per visitare è da fine aprile a metà maggio, con un picco di fioritura alla fine di aprile.Come il giardino è privato, dovete pagare un’intrata.

Per fare come i giapponese dovete soggiornare in uno degli ostelli in prossimità del giardino.