Palazzo della Borsa Vecchia, Trieste, Italia

Situato a un centinaio di metri da Piazza Unità, il Palazzo della Borsa Vecchia venne inaugurato nel 1806 sul progetto dell’architetto Antonio Mollari. Il palazzo sembra un tempio greco con il colonnato dorico, completo di metope e triglifi che sorreggono il timpano triangolare ornato da un orologio con ai lati le figure della Fortuna e della Fama. Il palazzo presenta molte statue nella facciata, nel pianoterra troviamo America, europa, Asia e Africa, al piano nobile Vulcano e Mercurio, e sono tutte opere di Banti e Ferrari. Le statue de Danubio, Minerva e Nettuno se trovano sopra la balaustra e pertenescono all’artista Bosa. Nella decorazione c’è anche una scena dipinta da Giuseppe Bernardino Bison e ripresenta la proclamazione a Porto Franco della città di Trieste da parte di Carlo VI; questa opera se trova nella Sala Maggiore al centro del soffitto a cupola. Sul pavimento del pianoterra c’è una splendida meridiana, datata 1820, opera del friulano Sebastianutti. Il palazzo era la sede della borsa ma in 1844, la borsa è stato trasferita al vicino palazzo Tergesteo. Attualmente, l’edificio è sede della Camera di Commercio.

Consigli

Il palazzo è raggiungibile a piedi come tutta la parte istorica di Trieste.
Potete fare tutte le foto che volete dell’esterno del palazzo ma non sono accetatte le visite turistiche. L’ingresso è solo possibile se avete bisogno dell’uffici della camera di Commercio.

Piazza Maria Pita, La Coruna, Galicia, Spagna

La Piazza Maria Pita a La Coruna, è la piazza principale della città e porta il nome della protagonista della città, Maria Pita (una specie di Giovanna d’Arco per gli abitanti della città). Il posto sembra una corte reale con un ingresso principale, il edificio del municipio e l’edificio del Consiglio. Questo edificio ha solo un po’più di cento anni. Ci sono altri edifici non così imponenti come questo, ma con una molto buona tipica architettura, utilizzando granito come l’elemento più importante; alcuni di loro hanno gallerie. Essi sono collegati tra loro o molto vicini l’uno all’altro, in modo che circondano la piazza. Le facciate sono belle. Possiamo trovare anche una statua di Maria Pita, bar, caffè, ristoranti e anche un punto di informazioni turistiche.

Consigli

Se si visita il luogo, controllare le attività, perché di solito c’e’ musica dal vivo in piazza. E’ anche possibile prendere una pausa e bere un buon caffè o mangiare qualcosa in uno dei ristoranti o bar lì. Se si vuole camminare al di fuori, invece, andare a sinistra del palazzo del Consiglio e si può vedere la chiesa di San Giorgio (XVIII secolo).

Museo dell’Ermitage, San Pietroburgo, Russia

Il Museo dell’Ermitage si trova a San Pietroburgo, sul fiume Neva. È considerato uno dei musei d’arte più famosi, antichi e importanti del mondo. Ci sono più di 60.000 oggetti in quasi 1.000 stanze con quasi tre milioni di oggetti conservati nelle riserve. Oltre ai pezzi di antichità, c’è un’eccellente collezione di dipinti con i nomi di artisti famosi come Rembrandt, Matisse, Gauguin, Leonardo Da Vinci e Picasso tra gli altri. Diversi edifici, classificati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, costruiti tra il XVIII e il XIX secolo, formano il museo (Piccolo Hermitage, Vecchio Hermitage, Teatro Hermitage, Nuovo Hermitage e il Palazzo d’Inverno). Parte del Palazzo di Stato (sull’altro lato della Piazza del Palazzo) e il Palazzo Menshikov sono stati aggiunti al complesso dell’Hermitage. Il museo nasce grazie all’imperatrice Caterina la Grande e alle sue collezioni di dipinti che inizia a collocare nel Palazzo d’Inverno. Originariamente l’Hermitage era riservato ai familiari e ai cari, ma nel 1922 fu aperto al pubblico con ingresso gratuito per i primi cinque anni. Dall’apertura della Russia, l’Hermitage è diventato per i turisti stranieri l’attrazione principale del paese. Ha anche annessi ad Amsterdam e Las Vegas.

Consigli

Puoi scattare foto per scopi privati, senza scopo di lucro.

È possibile visitare l’Hermitage senza una guida con l’app per smartphone esistente (solo in russo o inglese).

I gatti dell’Ermitage sono ben noti e in primavera si svolge la Festa dei gatti guardiani. Per l’occasione, c’è una mostra di opere che rappresentano gatti, visite a zone dei gatti, giochi per bambini e adulti, ecc. Questa festa è un modo di raccogliere denaro per nutrire i gatti e per la loro manutenzione perché questa spesa non fa parte del budget del museo.

Il mercoledì e il venerdì, il museo ha più ore di apertura e il primo giovedì di ogni mese, l’ingresso è gratuito.

Il modo più veloce per acquistare i biglietti è online o sulle macchine automatiche sul posto, si noti che i bambini e gli studenti (indipendentemente dall’età o dalla nazionalità), non pagano ma gli studenti dovranno fare la fila per ottenere il loro ingresso con una carta dello studente.