Cattedrale di Cristo Salvatore, Avila, Castilla y León, Spagna

La Cattedrale di Cristo Salvatore di Avila, la prima cattedrale gotica in Spagna, è la sede vescovile con lo stesso nome, nella regione di Castilla y León. È stato progettato come un tempio e fortezza, l’abside fa parte di uno dei fulcri delle mura della città. Si trova accanto a diverse case e maestosi palazzi che assicuravano la difesa della Porte dei Fedele o del peso della farina. Non si sa con certezza la data in cui è stato costruito, ma la maggior parte degli storici pensano che è stato nel XII secolo con il completamento nel XVI secolo, ad eccezione di una torre che non è stata mai completata. La parte posteriore del coro è in calcare ed è abbastanza grande. Troviamo una influenza francese con una somiglianza con la basilica di Saint-Denis. All’esterno, è fortificata, ma all’interno c’è un doppio deambulatorio con colonne sottili e archi che fanno un’impressione di leggerezza e chiarezza, anche con una luce molto buona. Le tre navate sono di uguale larghezza, ma la centrale è significativamente più alta, e si apre con ampie vetrate verso l’esterno. Ci sono i resti dello storico penultima e primo ministro della Seconda Repubblica in esilio, Claudio Sanchez Albornoz e quelli del presidente spagnolo Adolfo Suarez (1977-1981) e di sua moglie.

Consigli

La cattedrale è aperta tutti i giorni, ma si consiglia di consultare il programma giornaliero.
Devi pagare un biglietto d’ingresso per la visita turistica, ma i bambini sotto i 12 anni e le persone disabili non pagano.

Oratorio di San Giuseppe, Montreal, Quebec, Canada

Il Oratorio di San Giuseppe è la più grande chiesa in Canada, che si trova sul fianco nord-ovest del Monte Reale a Montreal. L’elemento secondario del sito è la basilica cattolica le cui dimensioni, la sua croce e la cupola (60 m di altezza e 39 m di diametro) sono notevoli. Il posto ha giardini, dove si può prendere un percorso sacro con alcune sculture che rappresentano la Passione di Cristo. Fratel André ha preso l’iniziativa per la sua costruzione iniziata attraverso donazioni e nel 1904 una piccola cappella modesta dedicata a San Giuseppe, è stata inaugurata ma non riusciva a contenere tutti i fedeli, mentre le porte erano aperte, i fedeli stavano pregando fuori, così hanno deciso di ampliare il luogo e lo stesso è stato prorogato due volte per avere l’attuale aspetto che può ospitare 1.000 persone. Le pareti sono coperte di granito argento e la cupola è coperta di rame. Ci sono diverse sculture, dipinti, vetrate, un carillon e un grande organo. Ci sono 283 gradini da salire per l’oratorio e quasi un centinaio sono di legno per i pellegrini che vogliono salire in ginocchio. All’esterno della chiesa si trova la Cappella di Fratel André, che è anche la sua tomba. Fu beatificato nel 1982 da Papa Giovanni Paolo II. Padre André era noto per ricevere molti malati e guarirle attraverso le sue preghiere a San Giuseppe per cui vi è una cappella dove sono le canne, protesi, corsetti, ecc, che hanno lasciato i malati che si sentivano guariti.

Consigli

Nell’epoca di Natale, si può visitare una parte di una collezione di più di 900 presepi nel Museo dell’Oratorio.
Il cuore di Fratel André è esposto dietro un cancello in ferro battuto in sala mostra dedicata alla sua vita e il suo lavoro.

Cattedrale ortodossa di Alexander Nevski, Tallinn, Estonia

La cattedrale ortodossa di Alexander Nevski si trova nel centro storico di Tallinn, in Estonia. Fu costruito tra il 1895 e il 1900, quando la presenza russa era nel paese. Questo è il lavoro dell’architetto Michael Préobrajensky. Dedicato a Santo Alexander Nevsky, l’interno può contenere 1500 fedeli e c’è un’iconostasi, diverse icone e molte vetrate. All’esterno ci sono pannelli in mosaico Frolov e ci sono undici campane, la più grande delle quali pesa 15 tonnellate. Fu quasi demolito alla fine della Prima Guerra mondiale quando l’Estonia ottenne l’indipendenza, ma poiché c’erano molti rifugiati russi nel paese, decisero di lasciare l’edificio per il loro culto. Nel 1941 fu chiuso dalle autorità tedesche che invasero l’Estonia e fu riaperto alla fine della guerra.

Consigli

L’ingresso per visitare la cattedrale è gratuito ma non è possibile scattare foto o video all’interno.

La domenica c’è una messa che dura tutto il giorno e i turisti sono ammessi. Se puoi intrare e uscire in ogni momento.