Convento del Carmen, Padron, La Coruña, Spagna

Il convento del Carmen si trova a Padron, La Coruña, in Spagna, sulla strada per San Giacomo di Compostela, a 22 km dalla città di Sant Giacomo. L’edificio è stato costruito tra il 1717 e il 1752 con uno stile neoclassico su un promontorio vicino al fiume Sar, sotto la guida di un Carmelitani Scalzi il frate Pietro della Madre di Dio. Alonso de la Peña e Montenegro, Vescovo di Quito, aveva donato una somma di denaro per la sua costruzione. Il convento è stato inaugurato nel 1752, appartenente alla comunità religiosa dei Carmelitani Scalzi, ma nel XX secolo, l’edificio è stato preso in consegna dai Domenicani che l’occupavano fino ai primi anni ’80 di questo secolo, ma dato che l’edificio era in pessime condizioni e la comunità non aveva risorse sufficienti per ripararlo, i Domenicani hanno dovuto muoversi. Solo un domenicano rimane sul posto per dirigere e supervisionare i lavori di restauro realizzato da scuole di professionali, con la fornitura di varie istituzioni pubbliche, gli studenti hanno qui il loro centro di apprendimento e di lavoro. Falegnami, muratori, fabbri, infine, i giovani in tutta la città che stanno imparando un mestiere, fanno parte di questa grande opera.

Consigli

È possibile raggiungere il monastero in autobus, treno, auto o semplicemente a piedi.
Attualmente, l’unico domenicano che vive nel monastero continua a fare il servizio nel consueto orario.
Sul sito del convento, è possibile ottenere belle foto del luogo.

 

Cattedrale di San Vito, San Venceslao e San Adalberto, Praga, Repubblica Ceca

La Cattedrale di San Vito, San Venceslao e San Adalberto si trova a Praga, nella Repubblica Ceca ed è la sede del arcivescovo della città. E’ la chiesa più grande e più importante del paese, che si trova all’interno del Castello di Praga. Enrico l’Uccellatore offerto al duca Venceslao 1 una reliquia di San Vito intorno all’anno 925 ed è per ospitare questo che il duca Venceslao costruii una chiesa in un luogo di culto pagano dedicato alla dea mitologia slava della vita (Siwa). Nel 973 la chiesa è stata scelta come sede del vescovato e nel 1060, una basilica romana è sollevata invece. Attraverso i secoli, la chiesa originale ha preso la forma di quella che oggi è, una chiesa prevalentemente gotica. La cappella di San Venceslao contiene la tomba del santo ed è ornata con pitture murali sulla parte superiore, che rappresenta la vita del santo e nella parte inferiore ci sono pietre semi-preziose. I gioielli della corona sono bloccati nella cappella. Ci sono anche la cripta di sepoltura dei re cechi, che contiene le tombe di Carlo IV, Venceslao IV e Rodolfo II. San Giovanni Nepomuceno ha una tomba in argento. Le finestre risalgono per lo più dal XX seculo. La campana Zygmunt (la campana cecapiù grande, 1548) è nella torre sud. C’è anche una croce monumentale intagliata, in legno, risalente al 1899.

Consigli

Non lasciare senza salire sulla torre sud da dove si può avere una bella vista panoramica della città. Visite guidate in cattedrale sono organizzate dall’amministrazione del Castello di Praga, ma non si può semplicemente comprare la visita alla Cattedrale, questa visita sarà incluso con l’acquisto di uno dei due tour offerti. I biglietti sono in vendita nel Centro informazioni. Ci sono sconti per bambini e adolescenti sotto i 16, anziani 65 e oltre e famiglie.

Moschea di Hassan II, Casablanca, Morocco

La moschea di Hassan II, inaugurata nel 1993, si trova a Casablanca ed è costruita in parte sul mare, si tratta di un complesso religioso e culturale, costruito su nove ettari e comprende una sala di preghiera, una sala di abluzioni, bagni, una scuola coranica, una biblioteca e un museo. È la quarta più grande moschea del mondo. Il suo minareto è di 201 metri. Hassan II aveva il desiderio di collegare il palazzo all’aria, considerato uno dei quattro elementi benefici per la vita con la terra, il fuoco e l’acqua, ecco perché c’è un grande tetto apribile che muove in cinque minuti grazie a un sistema di cuscinetto ruota semovente. La moschea è ornata con 124 fontane e vanità di marmo, ha più di cinquanta lampadari e ci sono alcuni fatti a Murano; conta 18 porte esterne ed è dotata di un raggio laser che indica la direzione della Mecca con un intervallo di 30 chilometri. Da una parte e dall’altra della navata centrale sono due colonne di granito che è intarsiato in orocon le nomi dell’albero genialogico di re Hassan II.

Consigli

Per visitare la moschea, è possibile acquistare i biglietti in loco.

La rimozione di scarpe è obbligatoria all’ingresso alla sala di preghiera (sacchetti di plastica sono disponibili per i visitatori).

Videocamere, e qualsiasi tipo di ricevitore radio e / o apparecchiature audio non sono permesi dentro.