Parco di Villa Pallavicino, Stresa, Lago Maggiore, Italia

Il Parco di Villa Pallavicino, a Stresa, è una delle attrattive turistiche più apprezzate del Lago Maggiore, un idillio di flora e fauna che regala al visitatore un’esperienza unica.
L’idea originaria del Parco si deve allo statista napoletano Ruggero Bonghi, il quale, affascinato dal Lago Maggiore, decise nel 1855 di acquistare questi terreni per edificarvi una piccola dimora. Successivamente la famiglia dei marchesi Pallavicino, che nel 1862 subentrarono nella proprietà, ampliò la tenuta, costruì strade carrozzabili, adornò il parco di statue e trasformò la semplice dimora nella splendida villa ottocentesca di stile neoclassico che ancora oggi si erge sulla collina. Fu invece la marchesa Luisa, nel 1952, a portare a compimento l’opera ospitando qui animali provenitenti da ogni angolo del mondo per costruire uno zoo d’eccezione.
Sono infatti migliaia i turisti che scelgono di visitare questo grande parco di oltre 16 ettari. Prati aperti, viali ombrosi e piazzali dove fioriscono rose, oleandri, magnolie, narcisi, azalee, rododendri si coniugano perfettamente alla macchia boschiva, riserva di monumentali piante secolari. Il giardino zoologico, con più di 40 specie di animali provenienti da ogni parte del mondo, è la principale attrattiva del parco: cigni bianchi, anatre rarissime, gru coronate, daini, fagiani argentati, cervi-capra, lama, zebre, canguri Bennet, pavoni animano questo vero e proprio balcone naturale sul Lago Maggiore e sui monti circostanti.

Consigli

Il parco, visitabile dietro pagamento di biglietto, è dotato al suo interno di un ristorante, un bar, un negozio di souvenir, un parco giochi e diverse aree pic-nic.
La visita é possibile da marzo ad ottobre, ideale per una giornata all’aria aperta con tutta la famiglia.

Giardino di Acclimatazione di La Orotava, Porto de la Cruz, Tenerife, Isole Canarie

Il Giardino di Acclimatazione di La Orotava si trova a Porto de la Cruz, nel nord dell’isola di Tenerife; anche conosciuto come il giardino botanico di Porto de la Cruz. È stato creato dalla Ordine Royale di Carlos III, il 17 agosto 1788, per essere in grado di coltivare specie dai tropici in un luogo del territorio spagnolo. Due anni dopo, il giardino era già sul posto secondo il progetto originale e due anni dopo furono aggiunte nuove piantagioni. Il giardino ha visuto un momento di splendore grazie al giardiniere Hermann Wildpret a metà del XIX secolo. Dal 1941, l’Istituto nazionale di ricerca agricola prese la direzione del giardino. È possibile trovare più di 3.000 specie per lo più piante esotiche. Una delle specie più popolari è il ficus con enormi radici. Troverete anche orchidee, alberi di drago delle Canarie e palme, tra gli altri. Diverse sculture, ruscelli e cascate contribuiscono anche alla bellezza del giardino. È aperto al pubblico durante tutto l’anno. C’è anche una biblioteca e un erbario che è possibile visitare e consultare dal lunedì al venerdì mattina su appuntamento.

Consigli

È possibile visitare il giardino dalle 09:00 alle 18:00. Il giorno di Capodanno, il Venerdì Santo e il giorno di Natale, è chiuso al pubblico.

Portate la vostra camera per scattare bellissime foto di questa vegetazione esuberante.

Indossare scarpe comode perché è il posto perfetto per fare una bella passeggiata.

Gibilterra

Gibilterra è un territorio britannico d’oltremare, che fa parte dell’Unione europea, che si trova a sud della penisola iberica, al confine con lo Stretto di Gibilterra che collega il Mediterraneo con l’Oceano Atlantico; ciò corrisponde alla Rocca di Gibilterra e nelle sue immediate vicinanze ed è separato dalla Spagna da un bordo di 1,2 km (confine più breve nel mondo); avente un’area di 6,8 chilometri. La pista dell’aeroporto è attraversata dalla strada che unisce Gibilterra alla Spagna. La maggior parte della popolazione vive nella Costa Ovest e nella Costa Est sono Sandy Bay e Catalan Bay. Il suo punto più alto è a 426 metri, è la rocca di Gibilterra, che è una riserva naturale con oltre 500 specie di fiori, popolate da macachi berberi (scimmie selvatiche) e all’interno della roccia, troviamo un impianto di dissalazione. I delfini e le balene sono regolarmente nella baia di Gibilterra. La sua economia è basata sul settore dei servizi, soprattutto quelli relativi ai finanziamenti e il turismo è una tappa ideale per le navi da crociera.

Consigli

Questo è il luogo ideale per lo shopping in quanto tutti i beni ei servizi sono venduti senza tasse. Ci sono diversi negozi del Regno Unito, dove si può godere di questo vantaggio, come Marks and Spencer, Dorothy Perkins, BHS, supermercati Morrison tra gli altri.
Se si pianifica la visita nel mese di settembre è possibile partecipare alla Giornata Nazionale (10 settembre) dove i locali si vestono in rossi e bianchi (i colori nazionali) e vedrete il rilascio di migliaia di palloncini rossi e bianchi.