Benvenuti a Tips-and-travel

Sul nostro blog e sulla nostra pagina di facebook

Lo scopo della sua creazione è proprio quello di scambiare consigli di viaggio con gli amici della pagina, diversi “consigli” che abbiamo raccolto attraverso i nostri viaggi, condividere esperienze, fare conoscere luoghi attraverso fotografie, in breve, tutto ciò che potrebbe essere utile a chi ha in programma un viaggio.
Quando si va a un’agenzia, non abbiamo generalmente tutto il tempo necessario per chiedere  tutto all’agente; se siete alla ricerca in rete, non si sa se tutti quello che dicono è quello che realmente trovareste  alla destinazione, allora che cosa di meglio  che le nostre testimonianze?
Abbiamo persone con esperienza nel campo a chi possiamo fare le nostre domande, le piccole imprese locali che vogliono far conoscersi, bed and breakfast, alberghi, pensioni, appartamenti ovunque e organizzare viaggi individuali o in gruppo, gite, escursioni, etc.
E ‘una grande sfida e noi faremo del nostro sforzo per rendere la nostra idea funzionale naturalmente con la vostra interazione.
Buon divertimento e sentirvi liberi di partecipare e diffondere la parola ad amici e parenti.

Buona lettura e non esitate a partecipare e a passare parola ai vostri amici e famiglia.

Valletta, Malta

La Valletta è la capitale di Malta; situato sul lato nord-est dell’isola, sulla penisola di Xiberras. Fu fondata nel 1566 dai cavalieri di Saint-Jean e porta il nome del suo fondatore: Jean de Valette. La città conserva molti edifici che appartengono al tempo in cui l’ordine ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, era il sovrano dell’arcipelago maltese (dal 1530 al 1798). La città è stata elencata nel patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1980, una città ricca di monumenti su una piccola superficie (320 monumenti in 55 ettari). C’è molta area pedonale in città, con molte strade in pendenza.e scale Da vedere: la concattedrale di Saint-Jean, le fortificazioni, il Palazzo Magistrale, il Forte Saint-Elme, il Museo Archeologico Nazionale, la chiesa di Nssa Signora della Vittoria, tra gli altri.

Consigli

Indossa scarpe comode per andare per la città.

Se state guidando, potete lasciare la machina nel parcheggio sotterraneo di Il-Furjana e prendere la navetta che ti porta in città.

Dalla stazione centrale degli autobus, è possibile utilizzare i mezzi pubblici per viaggiare verso altre città e luoghi di interesse.

Per una splendida vista della città e dei suoi dintorni, andate ai Giardini Barrakka Superiore.

Cascate dell’Iguazú, Argentina

 

Le cascate dell’Iguazú, situate nel mezzo della foresta pluviale, al confine tra Argentina e Brasile, molto vicino all’incrocio con il Paraguay, è una meraviglia naturale dell’UNESCO. In Guaraní, Iguazú significa “grandi acque”. Sono 17 km a nord di Port Iguazú e 1350 km da Buenos Aires. C’è un parco nazionale sul lato argentino e un altro parco sul lato brasiliano. Si tratta di un insieme di 275 cascate di circa 3 km, la più nota è “La Garganta del Diavolo”, a forma di U e lunga 700 metri, larga 150 metri alta 82 metri . Il set di cascate versa fino a 6 milioni di litri d’acqua al secondo. La maggior parte delle cascate sono sul lato argentino e ci sono diversi tour che ci permettono di avvicinarci a pochi metri dalle cascate. I circuiti furono costruiti nel mezzo della foresta e sotto i rami del fiume (fiume Paranà il cui fiume Iguazú è un affluente). Un treno vi porta in diversi punti di visita. Nei parchi ci sono oltre 2000 specie floreali, 400 specie di uccelli e una grande varietà di mammiferi, rettili e insetti. Molti cineasti di tutto il mondo hanno scelto questo meraviglioso posto per girare i loro film.

Consigli

È un bel posto da visitare in un lungo weekend, ma se non potete prendere diversi giorni, almeno 2 giorni dedicati alle cascate per avere l’opportunità di visitare entrambi lati, ne vale la pena! Il parco più grande è in Argentina poiché le cascate sono quasi tutte in Argentina ma la visione che si può avere di tutta la parte brasiliana è semplicemente mozzafiato.

Non perdere la gita in barca per avvicinarti ancora di più alle cascate. Naturalmente vi bagneresti ma è una sensazione bellissima e il suono delle cascate è a volte assordante. Non rimpiangerete per un secondo questa esperienza.

Se sieti allergico agli insetti, indossare una camicia a maniche lunghe e pantaloni ma un tessuto fresco perché è quasi sempre caldo ed è piuttosto umido. È meglio indossare scarpe da ginnastica per meglio camminare sui circuiti e non scivolare in luoghi bagnati.

Non è raccomandato nutrire gli animali. C’è una specie; il coati, che è abbastanza abituato al turista e si avvicina sempre sapendo che le persone tendono sempre a dare loro qualcosa. Cercate di non cambiare il loro habitat naturale.

Bridgetown, Barbados

Bridgetown è la capitale e la più grande città in Barbados, fondata nel 1628 dai coloni britannici; situato sulla costa sud-ovest. Con una popolazione di diverse nazionalità, 80% sono di origine africana. Bridgetown è una destinazione turistica molto importante dei Caraibi, molto spesso è una destinazione per i congressi. Il suo clima è caldo ma non arido dove la temperatura media mensile non scende sotto i 18 ° C. Il porto è situato sulla costa sud-occidentale dell’isola e accoglie numerose navi da crociera. I principali prodotti esportati dall’isola e che transitano il porto sono zucchero, melassa e rum. Da visitare: la Cattedrale Anglicana (XVIII secolo), le Camere del Parlamento, Trafalgar Square con la statua dell’ammiraglio Nelson (basato su quello di Londra), il Royal Park, la guarnigione coloniale e lo stadio Garrison Savannah che ospita le partite di cricket internazionali. La guarnigione di Sainte Anne de Bridgetown, nota semplicemente come la guarnigione, è una zona storica che contiene edifici come la caserma e il forte Santa Ana. Il momento storico per l’ultimo ammainamento della bandiera del Regno Unito e il primo innalzamento della bandiera di Barbados, segnando la sua indipendenza, ha avuto luogo in questa zona.

 
Consigli

Se si visita la città facendo una sosta di crociera, si trovano molte persone che cercheranno di vendervi un tour o vi offriranno un taxi, è un affare se si desidera, ma se volete visitare la spiaggia, la spiaggia pubblica è 20-30 minuti a piedi e vale la pena camminare un po’ per abbronzarsi sotto il sole.
Se vi piacciono i musei, il Museo storico ha interessanti raccolte in geologia, storia, arti decorative, così come materiale sulla flora e fauna marina.
Se vi piace l’orchidea, puoi visitare la Orchid World, è al centro dell’isola di Barbados con più di 30.000 orchidea anche altri fiori di clima tropicale. Si può andare in autobus, ci vuole 1 ora per arrivarci.