Rodi, città medievale, Rodi, Grecia

Rodi è una cittadina situata all’estremità settentrionale dell’isola più grande del Dodecaneso, che porta lo stesso nome (Rodi). Ha un’importante città medievale con molte rovine in una posizione invidiabile, dove si trovavano le antiche porte e dove oggi sono le porte moderne. Il colosso di Rodi, una delle sette meraviglie del mondo, era una statua gigantesca, che tradizionalmente si trova all’ingresso del porto. Ha un bel posto che è il centro turistico della città: il posto di Ippocrate, dove ci sono molti buoni ristoranti moderni con balconi terrazzati in alto. Al centro, si trova una fontana turca. Ha belle ceramiche e una colonna sormontata da un gufo di bronzo. Un altro luogo che val la pena conoscere è Socrates Street piccola strada vicina alla piazza che si alza verso la Moschea di Suleiman, via dello shopping completamente adornato da negozi. Confinante con la piazza Ippocrate, c’è un interessante edificio di pietre con scala esterna, noto come Castellania o loggia dei mercanti. La costruzione continua attraverso una serie di pittoreschi portici nella via Aristotele che unisce la Piazza Ippocrate fino a quella detta dell’arcidiocesi. Vicino alla porta di Akandia, si trovano le rovine di Sainte Marie du Bourg (XIV secolo). Ci sono tre absidi che sono a pochi passi dai bastioni sulla cortile della ex navata. I bastioni della città medievale di Rodi si estendono per oltre 5 chilometri di lunghezza. Ci sono una dozzina di porte tra le quali la più magistrale è la porta di Amboise. Ci sono due torri circolari particolarmente imponenti, ma si apre su un disimpegno e ancora bisogna attraversare la porta Saint Antoine per accedere all’interno della città. L’altra porta notevole è la porta verso il mare o la porta del porto che era il cancello principale. Due belle torri merlate e dotate di caditoie sono piuttosto attraenti. Sopra l’arco semicircolare, un bassorilievo mutilato rappresenta una Vergine con bambino circondata da San Pietro e San Giovanni Battista. Al posto dell’arcidiocesi un’altra fontana dalle linee molto moderne con tre cavallucci marini metallici che celebrano il vicino ambiente marino. Akandia porto è uno dei tre porti di Rodi. Di fronte al mare, il porto è il più antico. Qui possiamo vedere le barche dei pescatori. Quello di Mandraki, il più famoso con il cervo e il daino, accoglie barche da diporto e da crociera ogni giorno. Il terzo, dunque, al di fuori delle fortificazioni, più vicino al mare aperto, accoglie i giganti della crociera e i traghetti provenienti dal Pireo.
Il porto di Mandraki è protetto da una diga lunga 300 metri, sulla quale ci sono ancora tre antichi mulini a vento; alla fine della diga, il Fort Saint Nicolas ha difeso per primi la città di Rodi dagli assalti marittimi. All’interno del forte, c’è un faro che guida le imbarcazioni durante la notte.

Consigli

Se si visita in un giorno, la città medievale occupa tutto il giorno, ma se rimanete qualche giorno sull’isola, sarete in grado di visitarla in momenti diversi della giornata. Per attraversare, al mattino e alla sera sono i momenti più divertenti, perché il sole è molto forte e il calore può essere insopportabile a partire da mezzogiorno.
Troverete molti negozi con artigianato tipico, ma solitamente si può ancora discutere il prezzo e ottenere quello che vuoi per un prezzo più ragionevole…
Se si vuole godere un po’ di mare, non lontano dal porto, troverete spiagge per trascorrere qualche ora piacevole. Le spiagge più belle sono più remote, ma per la visita per un giorno, vale la pena per rinfrescarsi un po’ in questo mare così bello.
La città è ricca di caffetterie, ristoranti, bar dove potrete rilassarvi un po’ e gustare un buon caffè o un buon vino locale.
Indossare scarpe comode e abiti leggeri e soprattutto bere molta acqua.