Chiesa di San Costantino e Santa Elena, Plovdiv, Bulgaria

La chiesa di San Costantino e Santa Elena è uno dei più antichi templi cristiani di Plovdiv, che si trova su un sito che ospitava un santuario cristiano già nei primi anni del IV secolo. È sui bastioni dell’Acropoli, nel centro della città vecchia. I martiri Severiani e Memnos sono stati decapitati nel 304 (nel luogo in cui la chiesa è) a causa della loro religione cristiana. Gli archeologi sostengono che il tempio è stato costruito 30 anni dopo la morte dei martiri e che portava il loro nome. Il nome atuale è dovuto al momento quando l’imperatore Costantino fu canonizzato come santo; così l’hanno cambiato per il suo nome e quello di sua madre. Con gli anni il tempio fu costruito e ricostruito e quello che vediamo oggi risale al 1832. Nel 1950, hanno scoperto durante gli scavi, un ossario che conserva le ossa di decine di generazioni di abitanti di Plovdiv. Oggi riposa in una fossa situata sotto una lapide trovata nel cortile del tempio. Questo cortile è cercado con un muro di pietra solida che raggiunge 6 a 8 metri di altezza ed è coronata da una massiccia cornice di mattoni. Alcuni edifici supplementari nel cortile dà all’insieme un aspetto di monastero. L’ interno è a tre navate con soffitto a volta di una straordinaria ricchezza. Ci sono murales, iconostasi scolpita in legno, icone e un pulpito in legno intagliato.

Consigli

Se si visita la chiesa senza un tour organizzato, godere di camminare nel centro storico, perché ci sono molte cose da vedere, le bellezze architettoniche e un sacco di storia.

Basilica della Trasfigurazione, Monte Tabor, Galilea,Terra Santa, Israele

La Basilica della Trasfigurazione è una basilica francescana sul Monte Tabor in Galilea in Terra Santa, in Israele. È stato costruita con un orientamento verso est nel 1924 dai Francescani, che avevano il campo fin dalla loro installazione nel 1631, dove secondo la tradizione cristiana ha avuto l’evento della Trasfigurazione di Cristo accanto a Mosè e il profeta Elia, a favore di Pietro, Giacomo e Giovanni. La Basilica è sulle rovine di un’altra chiesa cristiana che fu costruita tra il IV secolo e il VI secolo, ma anche un’altra chiesa costruita nel XII secolo dai Crociati. C’e’ anche un convento francescano che fu eretto con la basilica. Nelle vicinanze di questa basilica, ci sono un’altra chiesa greco-ortodossa che è stata costruita evocando lo stesso evento della Trasfigurazione. Il percorso su strada per il trasporto dei materiali necessari per la costruzione, è oggi utilizzato dai pellegrini in visita alla Basilica. L’ingresso al sito è vicino alla porta del vento o di Bab el-Hawa, vecchio vestigio della fortezza musulmana del XIII secolo. Il santuario ha tre navate, un grande arco tra le due torri in facciata e le sue porte in bronzo. La navata centrale è separata dalle altre per degli archi a volta e si affaccia su una scala scavata nella roccia che scende alla cripta. La scena della Trasfigurazione si trova rappresentata in basso nel coro. È anche possibile vedere sui muri, i resti della muratura precedente.

Consigli

Dal Monte, si può godere di una magnifica vista con campi coltivati della pianura di Esdrelon.
 

Bari , Puglia, Italia

Bari è una città italiana, capitale della città metropolitana di Bari e la regione di Puglia, sulla costa adriatica. Lei è ben noto perchè le reliquie si San Nicola sono lì. E’ anche un centro di scambi commerciali, politici e culturali fra l’Europa e il Medio Oriente; avendo il più grande porto passeggeri nel mare Adriatico. Ci sono due aree interessanti da visitare, Bari Vecchia, o centro storico, con le sue strade strette e tortuose; progettate per ridurre al minimo l’ingresso di soldati nemici all’interno delle mura e il quartiere Murat (XVIII), che è organizzato in uno schema a scacchiera e rappresenta la tradizione commerciale della città. La città ha diverse chiese e palazzi costruiti tra il Medioevo e il XVIII secolo. Essendo una città al mare, ci sono diverse spiagge pubbliche e private. Da vedere: la basilica di San Nicola de Bari, la Cattedrale di San Sabino, il castello normanno-souève, il forte di San Antonio Abate, il palazzo del Pugliese, il palazzo Atti, il Palazzo Colonna, il Palazzo Mincuzzi, il Museo Archeologico, tra gli altri. La città divenne anche una tappa importante per le navi da crociera che danno particolare importanza anche al turismo, hanno restaurato il centro storico e molti edifici e monumenti. Anche riconosciuto per la sua ricca cucina che utilizza molti prodotti della regione, sulla base di tre principali prodotti agricoli della Puglia: il grano, l’olio e il vino.

Consigli

Se fate la visita di un giorno a Bari perché siete in crociera, è possibile esplorare la città a piedi, perché tutte le attrazioni sono vicino al porto.
Se volete rilassarvi sui più importanti spiagge pubbliche (Pane e Pomodoro e Torre Quetta), si trovano ad est della città, e si può prendere un taxi, sono a circa 10 km di distanza.
Se si rimane più di un giorno, ci sono molte belle città vicine come i famosi trulli di Alberobello (70 km), Polignano a Mare (40 km), la città d’arte di Conversano (40 km) tra altro. È inoltre possibile visitare le principali città della regione, Foggia, Lecce, Brindisi e Taranto e il modo più semplice sarebbe quella di affittare una macchina.