Aix-en-Provence, Provenza-Alpi-Costa Azzurra, Francia

Aix-en-Provence è un comune francese, ex capitale della Provenza, sede della Comunità dell’ agglomerazione di Aix, nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra; fondata nel 122 aC. Questa è una città termale con un clima mediterraneo che ha circa 300 giorni di sole all’anno. La città si trova a 33 km da Marsiglia. Ci sono tre fiumi che la attraversano: l’arco, il Touloubre ed il Torse. Nel suo centro storico, ci sono diversi edifici dei secoli XVII e XVIII, la città conta con 140 monumenti storici. Da visitare: la Cattedrale di St-Sauveur con trittici, altare e notevoli arazzi, il chiostro di St-Sauveur (fine del XII secolo), il Palazzo Comunale e la piazza omonima con la torre dell’orologio, la Chiesa dello Spirito Santo, la Chiesa di San Giovanni di Malta, la Piazza des Quatre Dauphins, la Tourreluque (singolo vestigia delle mura medievali), le fontane, tra gli altri. Fuori città ci sono anche altri monumenti storici come il Ponte di Trois-Sautets oed il Ponte St-Pons,

Consigli

È possibile esplorare la città e gli intorni in autobus, ci sono 26 linee regolari.
Se si vuole andare a Marsiglia o Gap, è possibile farlo in treno dalla stazione ferroviaria di Aix-en-Provence centro. Se arrivate all’aeroporto di Marsiglia, il treno è una buona opzione per raggiungere il centro della città.
C’è anche il TGV a 18 km dal centro della città per le destinazioni più remote.

 

Colosso di San Carlo Borromeo, Arona, Italia

Il Colosso di San Carlo Borromeo (detto il Sancarlone) è una statua alta oltre 30 metri situata ad Arona sul Sacro Monte di San Carlo, considerato simbolo della città. San Carlo Borromeo nacque il 2 ottobre 1538 nella Rocca di Arona e nel 1565 è diventato arcivescovo di Milano e si prodigò nell’assistenza materiale e spirituale soprattutto in occasione di flagelli quali carestia e peste. Morì in 1584 e fu beatificato nel 1602 e canonizzato nel 1610. Nel 1624 iniziano i lavori per la costruzione di un Sacro Monte che ne celebrasse la memoria del santo facendo anche un’enorme statua visibile dal Lago Maggiore. È stata disegnata per Giovanni Battista Crespi e fu realizzata con lastre di rame battute a martello e riunite utilizzando chiodi e tiranti in ferro mentre il capo e le mani sono in bronzo; sendo Bernardo Falconi di Bissone e Siro Zanella di Pavia, gli scultori. Nel 1698 fu conclusa e benedeta. La statua misura 23,40 metri ma ha un pedestale in granito di 11,70 metri che fanno della una delle più grosse al mondo e il monumento è visitabile all’interno. Con questa statua se dice che c’è ripresentato ‘il gigantismo nella fede’.

Consigli

La statua è aperta al pubblico, che può salire tramite una scala dapprima a chiocciola e poi a pioli, arrivando all’interno della testa di San Carlo. Se puoi pagare un biglietto di accesso generale per arrivare ai piedi della statua od aggiungere qualche euro per salire e godere di un incantevole panorama. Per i bambini sotto 6 anni è gratuito.
Da Milano si puoi arrivare in treno fino Arona sulla linea Milano-Domodossola.
Si dovete fare tempo per prendere un aereo, è una buona opportunità per andare conoscere la statua perchè l’aeroport di Milano-Malpensa se trova a solo 23km di Arona.