Parco di Villa Pallavicino, Stresa, Lago Maggiore, Italia

Il Parco di Villa Pallavicino, a Stresa, è una delle attrattive turistiche più apprezzate del Lago Maggiore, un idillio di flora e fauna che regala al visitatore un’esperienza unica.
L’idea originaria del Parco si deve allo statista napoletano Ruggero Bonghi, il quale, affascinato dal Lago Maggiore, decise nel 1855 di acquistare questi terreni per edificarvi una piccola dimora. Successivamente la famiglia dei marchesi Pallavicino, che nel 1862 subentrarono nella proprietà, ampliò la tenuta, costruì strade carrozzabili, adornò il parco di statue e trasformò la semplice dimora nella splendida villa ottocentesca di stile neoclassico che ancora oggi si erge sulla collina. Fu invece la marchesa Luisa, nel 1952, a portare a compimento l’opera ospitando qui animali provenitenti da ogni angolo del mondo per costruire uno zoo d’eccezione.
Sono infatti migliaia i turisti che scelgono di visitare questo grande parco di oltre 16 ettari. Prati aperti, viali ombrosi e piazzali dove fioriscono rose, oleandri, magnolie, narcisi, azalee, rododendri si coniugano perfettamente alla macchia boschiva, riserva di monumentali piante secolari. Il giardino zoologico, con più di 40 specie di animali provenienti da ogni parte del mondo, è la principale attrattiva del parco: cigni bianchi, anatre rarissime, gru coronate, daini, fagiani argentati, cervi-capra, lama, zebre, canguri Bennet, pavoni animano questo vero e proprio balcone naturale sul Lago Maggiore e sui monti circostanti.

Consigli

Il parco, visitabile dietro pagamento di biglietto, è dotato al suo interno di un ristorante, un bar, un negozio di souvenir, un parco giochi e diverse aree pic-nic.
La visita é possibile da marzo ad ottobre, ideale per una giornata all’aria aperta con tutta la famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *