Giardini Gamelin, Montreal, Quebec, Canada

La Piazza Émilie-Gamelin è una piazza pubblica del Quartiere Latino di Montreal, meglio conosciuta come i Giardini Gamelin; frontead un’uscita della stazione Berri-UQUAM. Il parco è uno dei più attivi nel centro di Montreal, anche se le sue dimensioni sono di piccole dimensioni. È circondato delle strade Berri, St. Hubert, Ste-Catherine e De Maisonneuve. Ha un pendio erboso, ideale per rilassarsi; terrazze; un’altra parte coperta di ghiaia rossa, dove si può giocare a bocce e si può anche installare una scena o giocare a scacchi giganti. Il luogo è stato inaugurato in occasione delle celebrazioni del 350 ° anniversario di Montreal (17 maggio 1992). C’è un monumento a Émilie Gamelin (1,9 metri di altezza), tra i passanti. Esiste anche un altro monumento alto 17 metri per 32 metri di larghezza, sono 3 torri che sostengono un piano inclinato; di ogni torre scorre una cortina di acqua che scorre in un serbatoio alla base delle torri. C’è anche uno snack bar che offre un menù variegato ispirato alla diversità delle culture che vivono insieme in Montreal.

Consiglio

Il parco offre molti eventi, quest’anno si svolgerà tra il 19 maggio e il 15 ottobre 2017.

È possibile iscriversi per la loro newsletter per ricevere la loro informazione o della loro pagina facebook.

Ogni sabato e domenica, si può prendere un pranzo in una scatola di pic-nic, grazie al snack bar dei giardini.

Approfitte per visitare la Biblioteca e Archivio nazionali di Quebec, la Place Dupuis e tutti i negozi e le altre istituzioni che si trovano nelle vicinanze.

The Breakers, Newport, Vermont, Stati Uniti

The Breakers è la più grande casa d’estate a Newport e un simbolo della preminenza sociale e finanziaria della famiglia Vanderbilt. Cornelius Vanderbilt II aveva comprato una casa in legno chiamata The Breakers a Newport nel 1885, pochi anni dopo, ha chiesto all’architetto Richard Morris Hunt per progettare una villa e sostituire la casa che era stata distrutta da un incendio un anno prima. Ha costruito una casa di 70 camere, in stile rinascimentale italiano di ispirazione neI palazzi del XVI secolo di Genova e Torino. Aveva importanti collaboratori provenienti da diversi paesi. Gladys, la figlia più giovane della famiglia ha ereditato la casa. Aprì la casa al pubblico nel 1948 per raccogliere fondi per Newport County Conservation Society, nel 1972, l’associazione ha acquistato la casa ed è stata concepita come un monumento storico nazionale. Vi è anche una casa stabile e di trasporto a mezzo miglio dalla casa.

Consigli

È possibile acquistare i biglietti on-line prima della visita; troverete diverse combinazioni per risparmiare denaro se si prende più di una visita a diverse case.
È possibile fare una visita guidata con audio.
C’è anche un negozio di souvenir.

Bratislava, Slovacchia

Bratislava, anche storicamente conosciuta come Pressburg, è la capitale (dal 1993) e la più grande città in Slovacchia, situato a sud-ovest del paese, al confine con l’Austria e l’Ungheria e vicino al confine con la Repubblica Ceca. I Carpazi cominciano sul territorio della città attraversata dal Danubio. Ci sono torri medievali e anche imponenti edifici del XX secolo. Purtroppo, i profondi cambiamenti iniziarono nel XXI secolo ed antichi edifici in stile barocco classico sono andati persi e sostituiti da moderni edifici costruiti un po’ dappertutto nel centro storico. Vi si trova ancora un piccolo centro antico , pedonale con case colorate, acciottolate piazzole e chiese barocche. Ci sono inoltre parecchie università, numerosi musei, teatri e altre istituzioni culturali con un passato multiculturale, legata alla presenza dell’etnico tedesco, ungherese, slovacco ed ebraico. Da visitare: il Teatro Nazionale Museo nazionale, la galleria nazionale, il Museo di storia naturale, il Palazzo Mirbach, il Museo dell’orologeria, la cattedrale gotica San Martin, il Grassalkovitch Palace (residenza del Presidente della Repubblica slovacca), Bratislava castle, tra gli altri. Ci sono anche il Pont Neuf sul Danubio con il suo ristorante panoramico-a forma di disco volante risalente al XX secolo.

Consigli

Solitamente la visita a Bratislava è fatto in 1 giorno, data la vicinanza di Vienna, non sei obbligato a soggiornare lì perché a parte il vecchio piccolo centro non ci sono grandi cose da vedere.

Se siete lì per un fine settimana, ci sono diversi bar, pub e piccoli ristoranti nel centro storico, ma l’atmosfera del bar e birrerie è abbastanza giovanile. Il ristorante panoramico è molto chic, ma c’è anche un bar molto carino che vi permetterà anche di avere una splendida vista sulla città senza rovinarvi.

Un’altra bella vista si avrà dal castello che è nella parte superiore della città.